associazione Sanremo Cinema


Vai ai contenuti

Menu principale:


game over

Produzioni > cortometraggi

https://youtu.be/v3TmyrxnhCA


I ragazzi di Sanremo creano un cortometraggio


Game over” interpretato e diretto da un gruppo di adolescenti

È entrato nel vivo il progetto lanciato dal centro di aggregazione giovanile Baraonda Spaziolibero e dall’assessorato alle Politiche Giovanili, guidato da Giovanni Berrino, con la collaborazione dell’associazione Sanremocinema. Si tratta di un laboratorio scattato questo inverno, teso alla creazione di un cortometraggio, interamente scritto, girato e interpretato da giovani sanremesi dai 14 ai 18 anni.

Le ultime sessioni di riprese sono andate in scena nei giorni scorsi proprio al centro Baraonda di via San Francesco, che per l’occasione si è trasformato in un set cinematografico. Nelle prossime settimane l’opera sarà completata. Il corto è stato girato con costi prossimi allo zero: Sanremocinema ha messo a disposizione dei ragazzi la propria attrezzatura e la competenza degli associati, che si sono prestati per seguire i giovani durante le riprese. Nel corso dell’inverno gli appassionati della Sanremocinema, guidati dal regista Marco Di Gerlando e dal tecnico dell'audio Giancarlo Pidutti hanno tenuto una serie di lezioni per insegnare ai ragazzi come scrivere una sceneggiatura e come gestire una macchina da presa.

Come sottolineato da responsabile del Baraonda, lo psicologo Fulvio Rombo: «L’intento era quello di presentare un autentico percorso didattico, all’interno del quale i ragazzi hanno potuto apprendere i fondamentali del montaggio, della sceneggiatura, della fotografia, della recitazione e di tutti quegli aspetti necessari alla produzione di un film».

Il tema scelto dai ragazzi del Baraonda fonda le sue radici in una delle grandi passioni dei giovani di oggi, i videogiochi. Non a caso è “Game Over” il titolo con cui è stato battezzato il film.

Hanno preso parte alle riprese in veste di attori Andrea Ganzerla, Francesco Secondo, Marco Rossi, Alessandra Del Gatto, Chiara Bossi, Danilo Bordo, Samuel Revelli, Marco Mannella, Enea Travaglino e Francesco Lattero.

Come spiega Marco Di Gerlando: «I ragazzi hanno voluto raccontare una storia quantomai in linea con il loro mondo: si narra di un ragazzo, appassionato di Playstation, il classico “sfigato”, che viene invitato ad una festa, diventando immediatamente lo zimbello dei coetanei, vittima di una serie interminabile di scherzi ed angherie. Il giovane elabora una vendetta a colpi di pistola degna del migliore videogioco d’azione, una strage che tuttavia si svolge solo nella sua testa di fanatico della consolle».

Il centro “Baraonda” è uno spazio educativo e di socialità per ragazzi e adolescenti, attivo da otto anni, inserito in un progetto finanziato dal Comune di Sanremo - Assessorato alle Politiche Giovanili, gestito dalla cooperativa sociale centro di solidarietà “L’Ancora”.

Andrea Ganzerla

Francesco Secondo

Fabiola Palermo, Erika Pantani , Alessandra Del Gatto

Chiara Bossi

Francesco Lattero,Ivan Alessi,Enea Travaglino

Marco Rossi, Danilo Bordo, Marco Mannella


webmaster: Giancarlo Pidutti | info@ass-sanremocinema.com

Torna ai contenuti | Torna al menu